martedì 25 dicembre 2007

ORO (Elementi nativi) - GOLD (Elements native)

CLICCA SOPRA PER INGRANDIRE



L’ORO

I suoi cristalli sono sempre molto rari e piccoli, di forma cubica, ottraedrica o rombododecaedrica, talvolta insolitamente allungati. Normalmente si presenta sotto forma di lamine, masse irregolari compatte o spugnose e aggregati granulari. Allo stato nativo non è quasi mai puro, ma forma leghe con altri metalli.



L’oro si distingue dalla pirite e dalla calcopirite, di colore simile, perché, essendo molto malleabile, si schiaccia e si piega con facilità e non si frantuma pestandolo. Si distingue dalle pagliuzze di mica che si trovano comunemente nelle sabbie e hanno riflessi dorati perché queste si sfaldano con facilità e sono leggerissime. E’ insolubile negli acidi, tranne che in acqua regia (miscela di acidi nitrico e cloridrico).



L’oro si trova sia in giacimenti primari costituiti da filoni idrotermali quarzosi di alta temperatura, accompagnato prevalentemente da pirite e arsenopirite, sia, soprattutto, in giacimenti secondari, dove si forma per disgregazione dei giacimenti primari o alterazione di minerali auriferi. In queste condizioni solitamente si accumula sotto forma di polvere, pagliuzze o passerelle arrotondate o irregolari (pepite).

I più celebri giacimenti sono quelli californiani che, dopo la loro scoperta (1848), determinarono la “corsa all’oro” in Australia, dove vennero rinvenute alcune singole pepite del peso di alcune decine di chili, e nel Klondike, al confine tra Canada e Alaska. In Italia è presente in piccolissime quantità sia in giacimenti primari sia secondari. Tra i primi ricordiamo quelli di Pestarena in Valle Anzasca (Verbania), di Brusson (Aosta), e della zona di Ovada (Alessandria). Tra i secondi le sabbie dei fiumi Sesia, Elvo e Ticino.

Oltre agli impieghi in gioielleria e nella monetazione, l’oro è utilizzato nell’industria, in medicina sotto forma di sali e in odontotecnica.



1 commento:

Raggio di sole ha detto...

L'oro che meraviglia...sapevo del suo impiego in odontotecnica....ma i sali ?? interessanti queste pagine Loris.........serena notte......