sabato 16 febbraio 2008

DIABOLEITE - Alogenuri (Halides)

Clicca immagine per ingrandire

DIABOLEITE

A differenza della boleite, i cristalli non simulano affatto la forma di un cubo: il loro abito è per lo più tabulare. 
Il colore è azzurro intenso, più simile alla tinta della linarite o del solfato di rame, che non a quella della boleite.

CARATTERI DIAGNOSTICI - La diaboleite si distingue facilmente dalla boleite per la forma dei suoi cristalli. La presenza contemporanea di piombo e di cloro, inoltre, permette la distinzione dagli altri minerali secondari più comuni di rame.

ORIGINE - Si rinviene come prodotto di alterazione nei giacimenti di rame.

GIACIMENTI - La località originale per questa specie si trova in Inghilterra, nelle Mendip Hills (Somerset), dove il minerale si presenta sporadicamente in un curioso giacimento di ferro e manganese, associato a idrocerussite, cerussite e mendipite. 
I migliori campioni di diaboleite provengono tuttavia dalla Mammoth Mine presso Tiger nell'Arizona (Usa), ove il minerale si presenta in cristalli veramente splendidi, associati a boleitec€errussite e idrocerusilte.



2 commenti:

Ondamagis ha detto...

Quando ci sono le pietre blu o quelle verdi io ci sono sempre! Sono i miei colori preferiti nei minerali. MAndini

Tiziana ha detto...

Queste pietre vitree azzurre sono incantevoli.