giovedì 11 dicembre 2014

PSILOMELANO - Ossidi (Psilomelana - Oxides)



PSILOMELANO

Sistema - Amorfo
Durezza - 6,0 - 6,5
Densità - 6,3 - 6,45
Colore - Nero-grigio
Lucentezza - Submetallica

Con questo nome si indica di solito un materiale costituito in prevalenza da miscele di ossidi di manganese non identificati. Per miscele di sostanze simili, ma più incoerenti e tenere, viene impiegato il termine wad
Lo psilomelano si presenta in masse più o meno compatte o terrose; spesso si può rinvenire anche in aggregati stalattitici, mammellonari o dendritici di colore nero. Quando si trova in forma compatta, questo minerale è duro e abbastanza pesante, ha lucentezza quasi metallica ed è opaco, con polvere di colore nero o bruno-nerastro.

CARATTERI DIAGNOSTICI - La polvere, scaldata alla fiamma in una provetta, libera vapore acqueo che condensa sulle pareti fredde della provetta stessa.

ORIGINE - È un minerale di origine prevalentemente sedimentaria. Si forma, però, anche nelle zone di ossidazione di giacimenti di altri minerali manganesiferi.

GIACIMENTI E USI - Sotto forma di dendriti nere è stato scoperto nel porfido quarzifero di Cuasso al Monte (Varese), oltre che all'Isola d'Elba e in molte cave di calcare italiane. 
All'estero sono soprattutto noti i grandi depositi, sfruttati industrialmente, della Georgia e dell'Ucraina.
Dove è presente in quantità abbondanti, lo psilomelano costituisce un importante minerale per l'estrazione del manganese.



Nessun commento: