mercoledì 24 settembre 2014

ARGENTITE (Solfuri - Sulphides))

Clicca immagine per ingrandire

L'argentite è chimicamente costituita da solfuro d'argento, di solito allo stato puro; solo occasionalmente il minerale contiene piccole quantità di selenio. I cristalli sono in genere ottaedrici o cubici, frequentemente distorti e irregolari, oppure raggruppati a formare aggregali arborescenti o filiformi. 
L'argentite si trova anche massiva o in sottili lamelle. 
Di colore grigio piombo nerastro, questo minerale è opaco, con una lucentezza metallica viva sulle superfici di recente frattura. 
Da un punto di vista strettamente scientifico, il nome argentite andrebbe applicato solamente al solfuro di argento cubico, il quale si deposita a una temperatura superiore a 173 °C; al di sotto dì essa, la struttura del solfuro d'argento diventa stabilmente monoclina e il minerale prende allora il nome di acantite, pur conservando le originali forme cubiche od ottaedriche.

CARATTERI DIAGNOSTICI - L'argentite è tenera ma molto pesante; se è in cristalli può venir confusa con la galena, dalla quale, tuttavia, si distingue per il fatto di essere praticamente senza sfaldatura, malleabile e settile.

ORIGINE - L argentite un minerale caratteristico di giacimenti a vene idrotermali di bassa temperatura; è associata alla galena argentifera, ad argento vivo, a vari argenti rossi (come pirargirite e proustite), ad altri solfuri di argento, a calcopirite, sfalerite, calcite e quarzo.

GIACIMENTI - L'argentite è stata trovata in passato nelle miniere cagliaritane del Sarrabus. 
Splendidi cristalli provenivano in passato dalla Germania e dalla Boemia. Attualmente buoni esemplari sono reperibili in varie miniere americane, dal Messico, al Canada, dagli Stati Uniti al Cile. 
I tipici cristalli di acantite sono invece assai più rari; talvolta, insieme a cristalli prismatici dalla forma più rozza, si possono rinvenire nelle miniere già citate.
L'argentite è frequentemente disseminata sotto forma di minutissime lamelle, invisibili a occhio nudo, nella cosiddetta ''galena argentifera", principale fonte di estrazione industriale dell'argento.





ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z




BORNITE (Solfuri- Sulphides)

Clicca immagine per ingrandire

Questo minerale forma grandi masse granulari o compatte di color rosso-bruno; rari sono i cristalli distinti cubici, rombododecaedrici, ottaedrici.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Esposto all'aria, il minerale si copre rapidamente di una patina iridescente color porpora, onde ha preso anche il nome di rame pavonazzo.

ORIGINE - Si trova in filoni idrotermali con calcopirite e calcocite Può anche presentarsi come minerale primario in rocce eruttive e in filoni pegmatitici.

GIACIMENTI E USI -  Presente a Butte nel Montana (Usa), Tsumeb in Namibia, Tamaya in Cile, in Sassonia e Slesia (Germania), in splendidi cristalli a Redruth (Cornovaglia), in varie località del Canada. 
In Italia si rinviene a Montecatini Val di Cecina, Toscana; in Liguria a Libiola e presso Chiavari; in Valle d'Aosta e in Sardegna a Funtana Raminosa (Nuoro).

La bornite è uno dei principali minerali di rame.





ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z