mercoledì 5 novembre 2014

SERPENTINO (Asbesto - Amianto) - Silicati (Asbestos serpentine - Silicates)


Amianto di serpentino

SERPENTINO

Mg6(OH)8Si4O10

Sistema - Monoclino
Durezza - 2,5 - 4,0
Densità - 2,5 - 2,6
Colore - Incolore, allocromatico
Lucentezza - Da grassa a sericea

I minerali di questa famiglia sono simili, per composizione e per proprietà ottiche, alle cloriti, ma se ne differenziano per la struttura cristallina. Di questo minerale si distinguono in particolare due varietà, l'antigorite e il crisotilo.

L'antigorite si presenta in lamelle irregolari, verdastre, verdi-bluastre o bianche con lucentezza madreperlacea o resinosa, riunite in aggregati scagliosi più o meno compatti.

Il  crisotilo si presenta in aggregati di colore giallastro, verde-grigiastro o bianco, formati dà fibre flessibili più o meno grossolane, dotate di lucentezza sericea. 
Quando queste fibre sono allungate in soffici fili biancastri, sottili e morbidissimi, si ha l'asbesto o amianto di serpentino.

CARATTERI DIAGNOSTICIL'antigorite è attaccabile dagli acidi. Esposta alla fiamma del cannello, fonde con difficoltà sugli orli.
Dall'acido cloridrico il crisotilo è decomposto con separazione di silice non gelatinosa.

ORIGINE - L'antigorite è molto diffusa e abbondante in natura. Come componente essenziale si trova nelle serpentine, che sono rocce metamorfiche ultrabasiche, derivate dall'alterazione di rocce peridotitiche. 
Il crisotilo si trova associato con l'antigorite nelle serpentine, di cui riempie le litoclasi, formando un fitto intreccio di fibre (talora dello spessore di parecchi centimetri) disposte parallelamente, oppure perpendicolarmente od obliquamente alle pareti delle litoclasi stesse.

GIACIMENTI E USI - Località classica dell'antigorite è la Valle Antigorio (Ossola). 
I più grandi giacimenti di crisotilo sono quelli contenuti nelle rocce serpentinose di età paleozoica della provincia di Québec nel Canada. 
Giacimenti di minore importanza vengono sfruttati anche negli Stati Uniti, in Russia, nello Zimbabwe e nell'isola di Cipro. 
In Italia il crisotilo è presente in numerose località alpine, ma soltanto in alcune vi sono giacimenti sfruttabili su scala industriale.

VARIETÀ - In alcuni depositi ferriferi di origine sedimentaria si rinviene la berthierite, varietà di serpentino contenente ferro, sia bivalente che trivalente, in sostituzione di parte del magnesio.


Berthierite


FASSAITE - Silicati (Silicates)


FASSAITE

Ca(Mg, Fe, Al)(Si, Al)2O6

Sistema - Monoclino
Durezza - 6
Densità - 2,96 - 3,34
Colore - Giallo-verdastro, verde
Lucentezza - Vitrea

Fassaite è una varietà di augite con un bassissimo contenuto di ferro. Il nome deriva dalla Val di Fassa, l'Italia.

Si è pensato per essere un minerale contatto formata ad alta temperatura sull'interfaccia tra rocce vulcaniche e calcaree. Si segnala inoltre in meteoriti 

Quasi a dimostrare la grande variabilità delle specie comprese nel gruppo dei pirosseni, è stato di recente ipotizzato che i minerali conosciuti come fassaite appartengano a due specie diverse: una sarebbe un termine ferrifero della serie diopside-hedenbergite, l'altra un termine della serie dell'augite con poche quantità di ferro.
Il minerale si presenta in individui prismatici tozzi, ricchi di facce, di colore verde più o meno scuro a seconda della quantità di ferro contenuta.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Non scalfibile, fonde difficilmente e non viene attaccata dagli acidi.

ORIGINE - È un tipico minerale di contatto, formatosi in seguito alle modificazioni chimico-fisiche provocate dalla risalita di un magma nelle rocce incassanti, nel caso specifico calcari impuri. Si trova anche in alcuni proietti vulcanici.

GIACIMENTI - Bellissimi cristalli sono stati scoperti al Lago della Vacca sull'Adamello (Brescia), a Brosso e a Traversella (Torino). È presente anche in Val di Fassa (Trento), a Tiriolo (Catanzaro) e in proietti vulcanici a Pitigliano (Grosseto), Ariccia (Roma) e sul Vesuvio.
All'estero esemplari interessanti sono noti negli Stati Uniti (Montana), in Scozia, Svezia e Sri Lanka.