venerdì 20 novembre 2015

LUDWIGITE e VONSENITE - Carbonati (Carbonates)

Ludwigite

LUDWIGITE

(Mg, Fe")2Fe"'BO5

SISTEMA: Rombico
DUREZZA: 5
DENSITÀ: 3,6 - 4
COLORE: Da verde scuro a nero
LUCENTEZZA: Da vitrea a sericea


Questo minerale costituisce un termine estremo di una serie continua in cui si passa gradualmente dalla ludwigite alla vonsenite, in cui il ferro bivalente prevale sul magnesio.
Si presenta generalmente in masse fibrose o fibroso-raggiate con lucentezza tendente alla sericea, o in cristallini prismatici aghiformi.
Il colore è generalmente nero-verdastro o verde scuro nei termini poveri di ferro.

CARATTERI DIAGNOSTICI - La ludwigite è spesso assai simile a tormalina fibrosa o a termini anfibolici e pirossenici.

ORIGINE - È un minerale originatosi specialmente in rocce dolomitiche metamorfosate per contatto e spesso trasformate in skarn a magnetite, diopside e forsterite,

GIACIMENTI - La ludwigite è stata trovata nel Banato in Romania, a Suan in Corea, in diversi giacimenti magnetitici della Svezia, come Norberg, negli Stati Uniti (Nevada, ldaho e Montana).
In Italia la ludwigite e la vonsenite sono note nel giacimento di Brosso presso Ivrea.


Vonsenite



lunedì 16 novembre 2015

ULEXITE (Carbonati - Carbonates)


ULEXITE

NaCaB5O6(OH)6*5H2O

SISTEMA: RTriclino
DUREZZA: 2,5
DENSITÀ: 1,96
COLORE: Incolore, allocromatico
LUCENTEZZA: Da vitrea a sericea

Incolore o biancastra, con rare sfumature verdoline, l'ulexite ha lucentezza vitrea o sericea e in genere è discretamente trasparente. Cristallizza nel sistema triclino, di rado in individui isolati osservabili a occhio nudo, più spesso in masse e croste nodulari o botrioidali dalla struttura fibrosa.

CARATTERI DIAGNOSTICI - In alcuni casi l'ulexite presenta fibre disposte l'una accanto all'altra in modo assai regolare; tale struttura determina una conduzione luminosa assai sorprendente: guardando parallelamente alle fibre, infatti, le immagini appaiono ingrandite e "galleggianti". L'ulexite presenta un'accentuata fluorescenza verde-blu ai raggi ultravioletti e spesso è anche fosforescente in tenui tonalità di giallo paglierino.

ORIGINE - L'ulexite si forma per precipitazione da soluzioni acquose in ambienti aridi, dove i giacimenti possono ricoprire aree assai estese.

GIACIMENTI E USI - Le località più note sono Boron e la Death Valley (California, Usa), lquique (Cile), la regione del Mar Caspio e Bigadiç (Turchia).
In Italia minuti cristalli e sottili croste di ulexite sono stati scoperti attorno alle bocche dei soffioni boraciferi di Larderello, in Toscana.

Molto importante come fonte primaria di boro, l'ulexite viene talvolta utilizzata anche in campo gemmologico.





mercoledì 4 novembre 2015

BORACE (Tincalconite) - Carbonati (Borax - Carbonates)


BORACE

Na2B4O5(OH)4*8H2O

SISTEMA: Monocloino
DUREZZA: 2,0 - 2,5
DENSITÀ: 1,7 - 1,8
COLORE: Incolore, bianco, grigio, giallo
LUCENTEZZA: Vitrea, grassa, ceroide


Si trova in masse compatte, come pure in bei cristalli prismatici poco allungati, talora tabulari, impiantati su borace compatto.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Per esposizione all'aria il borace tende ad alterarsi in tincalconite, Na2B4O5(OH)4*3H2O; questa forma uno strato bianco, opaco, che tende a ispessirsi fino alla disintegrazione totale del cristallo.

ORIGINE - Si trova in giacimenti derivati da evaporazione di laghi boraciferi salati, con salgemma e altri minerali evaporitici.

GIACIMENTI E USI - Giacimenti noti fin dall'antichità sono quelli del Kashmir e del Tibet; piccole quantità provengono dalla Russia e dall'Iran.
In Italia è segnalato a Larderello in Toscana.
Depositi economicamente importanti si trovano negli Stati Uniti, soprattutto in California, dove sono ben note, anche per i notevoli cristalli che ne provengono, le localitàdi Borax Lake, Boron, Furnace Creek e Searles Lake.




ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z