lunedì 16 novembre 2015

ULEXITE (Carbonati - Carbonates)


ULEXITE

NaCaB5O6(OH)6*5H2O

SISTEMA: RTriclino
DUREZZA: 2,5
DENSITÀ: 1,96
COLORE: Incolore, allocromatico
LUCENTEZZA: Da vitrea a sericea

Incolore o biancastra, con rare sfumature verdoline, l'ulexite ha lucentezza vitrea o sericea e in genere è discretamente trasparente. Cristallizza nel sistema triclino, di rado in individui isolati osservabili a occhio nudo, più spesso in masse e croste nodulari o botrioidali dalla struttura fibrosa.

CARATTERI DIAGNOSTICI - In alcuni casi l'ulexite presenta fibre disposte l'una accanto all'altra in modo assai regolare; tale struttura determina una conduzione luminosa assai sorprendente: guardando parallelamente alle fibre, infatti, le immagini appaiono ingrandite e "galleggianti". L'ulexite presenta un'accentuata fluorescenza verde-blu ai raggi ultravioletti e spesso è anche fosforescente in tenui tonalità di giallo paglierino.

ORIGINE - L'ulexite si forma per precipitazione da soluzioni acquose in ambienti aridi, dove i giacimenti possono ricoprire aree assai estese.

GIACIMENTI E USI - Le località più note sono Boron e la Death Valley (California, Usa), lquique (Cile), la regione del Mar Caspio e Bigadiç (Turchia).
In Italia minuti cristalli e sottili croste di ulexite sono stati scoperti attorno alle bocche dei soffioni boraciferi di Larderello, in Toscana.

Molto importante come fonte primaria di boro, l'ulexite viene talvolta utilizzata anche in campo gemmologico.





Nessun commento: