martedì 22 dicembre 2015

CRISOBERILLO - Ossidi e Idrossidi (Chrysoberyl - Oxides and Hydroxides)

 

CRISOBERILLO

Al2BeO4

SISTEMA: Rombico
DUREZZA: 8,5
DENSITÀ: 3,7
COLORE: Incolore, allocromatico
LUCENTEZZA: Da vitrea a subadamantina

Si presenta in bei cristalli, spesso limpidi, con abito prismatico o appiattito, di solito riuniti in geminati di due individui a "V" o in trigeminati ciclici assolutamente tipici (con disposizione a stella dei tre cristalli geminati) ad apparente simmetria esagonale. Le facce dei cristalli presentano frequentemente delle striature parallele. 
Il crisoberillo è un minerale allocromatico che deve le sue colorazioni a piccole percentuali di ferro per i colori gialli o di cromo nel caso della varietà cangiante, nota come alessandrite (verde alla luce del sole e rossa alla luce a incandescenza). 
I cristalli di crisoberillo presentano spesso al loro interno alcune inclusioni, responsabili del fenomeno del gatteggiamento: in tali casi la gemma prende il nome di cimofane.


Cimofane

CARATTERI DIAGNOSTICI -  Generalmente l'aspetto dei geminati rende inconfondibile questo minerale.

ORIGINE - Il crisoberillo si forma nelle pegmatiti e anche in rocce metamorfiche come i micascisti. I principali giacimenti sono di tipo secondario, costituiti in prevalenza da ghiaie alluvionali ove il crisoberillo si trova in ciottoli arrotondati.

GIACIMENTI - I migliori campioni di cimofane provengono dai giacimenti di tipo secondario di Brasile e Sri Lanka.
Alcuni cristalli opachi con sfumature grigie sono presenti in pegmatiti di molte località italiane.


Alessandrite

USO GEMMOLOGICO - I cristalli più limpidi di crisoberillo e le sue varietà sono utilizzati in gemmologia. Il taglio del crisoberillo presenta generalmente un padiglione (la parte inferiore della gemma) piuttosto ampio e profondo, costituito da numerosissime faccette subrettangolari accostate.

Il cimofane, detto anche, impropriamente, "occhio di gatto orientale", è una varietà molto pregiata di crisoberillo. Il nome deriva dal greco e significa "simile a un'onda" e gli venne dato perché presenta un singolare e gradevole effetto di gatteggiamento, dovuto a microscopici canaletti subparalleli, inclusi nel minerale, che provocano fenomeni di interferenza della luce. 
Il colore è verde con riflessi giallastri, azzurrognoli, violacei o leggermente rossastri. Proviene in gran parte dai giacimenti dello Sri Lanka e del Brasile.
La forma migliore di taglio, che mette in risalto il bellissimo gatteggiamento, è quella a superficie curva o cabochon.


Crisoberillo