domenica 10 gennaio 2016

CLORITE (Chlorite)

Clorite, varietà Pennina o Penninite

CLORITE

(MgFeAl)8(SiAl)8O20(OH)16

SISTEMA: Monoclino
DUREZZA: 2,0 - 3,0
DENSITÀ: 2,8 - 3,0
COLORE: Incolore, verde scuro, verde-azzurro, verde-bruno
LUCENTEZZA: Vitrea 

I numerosi minerali che appartengono a questo gruppo di fillosilicati hanno strette analogie con le miche, ma si differenziano da esse per il diverso chimismo, che è caratterizzato da un elevato contenuto in acqua, e dall'assenza o quasi di alcali; dal punto di vista chimico vengono infatti considerati come silicati di alluminio, magnesio, ferro e gruppi ossidrilici, generalmente privi di metalli alcalini. Cristallizzano nel sistema monoclino, in forma di scagliette minute, oppure di lamine irregolari a contorno pseudoesagonale, perfettamente sfaldabili come quelle micacee. Le lamine cloritiche, a differenza di quelle micacee, sono però pieghevoli e non elastiche. 
Le cloriti si presentano frequentemente anche in aggregati scagliosi più o meno compatti, in masserelle pulverulente, in granuli minutamente squamosi o in associazioni lamellari vermiformi. 
Il colore caratteristico delle cloriti, diffuse e abbondanti in natura, è verde di vari toni e intensità, a parte la kämmererite


CARATTERI DIAGNOSTICI - Le cloriti sono fillosilicati con formula chimica generica (MgFeAl)8(SiAl)8O20(OH)16. Piuttosto diffuse, sono usualmente prodotti di alterazione di altri minerali costituenti le rocce e si suddividono in ortocloriti (o talco-cloriti) e leptocloriti, secondo lo schema indicato:

Ortocloriti, ricche in magnesio: pennina (o penninite) clinocloro, proclorite (o ripidolite)

Leptocloriti, ricche in ferro: chamosite, thuringite

Le cloriti cristallizzano nel sistema monoclino, con abito pseudoesagonale o pseudotrigonale e sfaldatura in lamelle. I minerali appartenenti a questo gruppo sono teneri (2 o 3 della scala di Mohs). Il colore è generalmente verde scuro, talvolta tendente al bruno o all'azzurro con l'eccezione della Kämmererite che è di colore rosa violaceo e lucentezza madreperlacea.
L'atomo di silicio è posto al centro di un tetraedro ai cui vertici sono posti gli atomi di ossigeno. Tra due strati tetraedrici si trovano gli atomi di alluminio, magnesio e ferro posti al centro di un ottaedro ai cui vertici si trovano i gruppi ossidrilici. I tre strati prendono il nome di pacchetto. Tra un pacchetto e l'altro si trova uno strato brucitico caratterizzato dal susseguirsi di ottaedri aventi al centro alluminio e magnesio ed ai vertici dei gruppi ossidrilici. I legami fra pacchetto e strato brucitico sono deboli, mentre all'interno dei pacchetti sono forti.

ORIGINE - Le cloriti sono abbastanza comuni nelle rocce metamorfiche di basso grado. Specialmente sono i componenti principali di cloritoscisti e talcoscisti che costituiscono vene rocciose chiamate comunemente pietra ollare.

USO - Le cloriti hanno soltanto interesse scientifico e collezionistico, eccezion fatta per la pietra ollare che viene utilizzata per la produzione di vasellame (i cosiddetti lavezzi) ed utensili per la cucina (perlopiù piastre per la cottura alla fiamma).


MINERALI DEL GRUPPO DELLE CLORITI

Baileychlore:(Zn,Fe+2,Al,Mg)6(Al,Si)4O10(O,OH)8

Borocookeite: Li1+3xAl4-x(BSi3O10)(OH)8

Chamosite: (Fe5Al)(AlSi3)O10(OH)8

Clinocloro: (MgAl)3(OH)2AlSi3O10Mg3(OH)6

Cookeite: LiAl4(Si3Al)O10(OH)8

Donbassite: Al2[Al2.33][Si3AlO10](OH)8

Franklinfurnaceite: Ca2Fe3+Mn32+Mn3+(Zn2Si2O10)(OH)8

Gonyerite: (Mn,Mg)5(Fe+3)2Si3O10(OH)8

 Kämmererite: (Mg, Cr)<3(OH)2AlSi3O10Mg3(OH)6

Nimite: (Ni5Al)(AlSi3)O10(OH)8

Odinite: (Fe,Mg,Al,Fe,Ti,Mn)2.4(Al,Si)2O5OH4

Orthochamosite: (Fe+2,Mg,Fe+3)5Al(Si3Al)O10(O,OH)8

Pennninite: (Mn,Al)6(Si,Al)4O10(OH)8

Ripidolite: (Mg,Fe,Al)6(Al,Si)4O10(OH)8

Sudoite: Mg2(Al,Fe)3Si3AlO10(OH)8



Clorite, varietà Kämmererite


ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z

Nessun commento: