mercoledì 27 gennaio 2016

SODALITE - Silicati (Silicates)


SODALITE
Na8Cl2(AlSiO4)6

SISTEMA: Cubico
DUREZZA:  5,0 - 6,0
DENSITÀ: 2,7 - 2,33
SFALDATURA: Perfetta
FRATTURA: Concoide
COLORE: Incolore, allocromatico
COLORE DELLA POLVERE: Bianco
LUCENTEZZA: Da vitrea a grassa

  
Piuttosto rara in cristalli rombododecaedricì, la sodalite compare in natura generalmente sotto forma di granuli irregolari o di aggregati compatti.  Può essere incolore oppure azzurra, talora bianco-grigiastra con sfumature rosate, giallastre o verdicce. 
Ha lucentezza vitrea tendente alla grassa sulla frattura.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Al cannello fonde in un vetro incolore, tingendo la fiamma di giallo per la presenza di sodio. Dall'acido cloridrico è decomposta facilmente con separazione di silice gelatinosa. La sodalite, per fenomeni connessi probabilmente a manifestazioni idrotermali, si altera con frequenza dando luogo a natrolite fibroso-raggiata, alla quale si accompagnano spesso altre zeoliti e piccole quantità di cancrinite, sericite, diasporo, caolino e calcite.

ORIGINE - Come componente accessorio o essenziale, associato di solito con leucite o nefelina, si trova frequentemente nelle rocce eruttive alcaline povere di silice. Occasionalmente è stata notata anche nei calcari metamorfosatì per contatto.

GIACIMENTI e USI - Ricche concentrazioni di sodalite sì osservano nelle rocce sienitiche di alcune zone delle province canadesi dell'Ontario, del Québec e della Columbia Britannica. Il minerale è presente anche nell'Arkansas (Usa), nelle Ande boliviane, negli Urali, in Portogallo, Zambia e Groenlandia. 
In Italia si trova nelle rocce effusive dei Campi Flegrei presso Napoli, nei geodi dei blocchi calcarei del Vesuvio e nei proietti vulcanici di natura trachitica dei Monti Cimini nel Viterbese.

Quando è in masse compatte e uniformemente colorate, la sodalite viene lavorata per ottenere soprammobili, collane, bracciali e altri oggetti ornamentali.





Nessun commento: