domenica 17 gennaio 2016

TORITE - THORITE (Silicati)



TORITE

ThSiO4

SISTEMA: Tetragonale
DUREZZA: 4,5 - 5,0
DENSITÀ: 4,4 - 4,8
SFALDATURA: Concoide, fragile
FRATTURA: Scagliosa
COLORE: Da giallo-bruno a nerastro
COLORE DELLA POLVERE: Bruno, giallo-arancio
LUCENTEZZA: Vitrea, grassa

Quando è cristallizzata la torite presenta un abito prismatico molto simile a quello dello zircone; ma il minerale, per decadimento radioattivo, è quasi sempre isotopizzato: l'emissione di particelle alfa del torio e dell'uranio, in esso contenute, annulla i legami fra gli ioni del reticolo cristallino, determinando la sua demolizione e trasformando perciò il minerale in una massa amorfa. 
Il colore varia dal nerastro, al bruno ed anche al giallo, come nell'orangite, varietà cristallizzata quasi trasparente.

CARATTERI DIAGNOSTICI - La torite è fusibile al cannello, solubile in acido cloridrico e molto radioattiva.

ORIGINE - È un minerale tipico di alcune pegmatiti.

GIACIMENTI - Non molto diffusa in natura, si trova nelle pegmatiti sienitiche di Brevig e Arendal in Norvegia e con zircone, biotite e anfiboli in quelle del Madagascar. 
Torite associata a solfuri è presente in giacimenti filoniani a Lemhi-Pass noll'ldaho e nei monti Bitteroot nel Montana (Usa).
È presente in tracce anche in Italia nelle sabbie di Nettuno, nel Lazio.


Orangite

Nessun commento: