lunedì 18 gennaio 2016

URANINITE - Ossidi e idrossidi (Oxides and Hidroxides)


URANINITE

UO2

SISTEMA: Cubico
DUREZZA: 5,5 - 6,0
DENSITÀ: 9,1 - 10,6
SFALDATURA: Difficile
FRATTURA: Concoide
COLORE: Nero. grigio bruno
COLORE DELLA POLVERE: Nero
LUCENTEZZA: Da submetallica a grassa

Minerale radioattivo, cristallizza in forme prevalentemente cubiche o cubottaedriche, raramente in soli ottaedri o rombododecaedri. Si può rinvenire anche in aggregati dendritici di piccoli cristalli oppure in masse compatte, granulari o concrezionate, come nella varietà pechblenda.

CARATTERI DIAGNOSTICI - È facilmente alterabile all'aria e all'acqua: se in cristalli, prima perde la sua originale lucentezza, poi si trasforma gradualmente in miscele di prodotti secondari giallo aranciati o brunastri (gummiti).

ORIGINE - L'uraninite cristallizzata è caratteristica delle pegmatiti e di certi giacimenti metalliferi. 
La pechblenda è invece presente soprattutto in filoni mineralizzali di origine idrotermale, costituiti principalmente da minerali di argento, cobalto, nichel e bismuto; si trova però anche in depositi sedimentari.

GIACIMENTI E USI - In Italia, piccoli cristalli di uraninite provengono dalle pegmatiti di Montescheno (Valle Antrona, Verbania) e di Piona (Lago di Como).
La pechblenda è invece nota in molte località, tra le quali Peveragno (Cuneo), Novazza (Bergamo), la Val Daone, vicino a Condino, e la Val Rendena, nei pressi di Pinzolo (Trento). 
Eccezionali cristalli di uraninite, anche di 20 centimetri per lato, provengono da Shinkolobwe, nello Shaba (Zaire). 

L'uraninite è il principale minerale di uranio.


Pechblenda


ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z

Nessun commento: