mercoledì 1 giugno 2016

ANATASIO (OTTAEDRITE) Anatase



ANATASIO (Ottaedrite)

TiO2

SISTEMA: Tetragonale
DUREZZA: 5,5 - 6,0
DENSITÀ: 3,8 - 4,0
SFALDATURA: Perfetta
FRATTURA: Subconcoide
COLORE: Dal giallo al nero
COLORE DELLA POLVERE: Giallo chiaro
LUCENTEZZA: Da adamantina a metallica


I cristalli, sempre piuttosto piccoli (in genere da 1 a 3 millimetri), ma splendidi, presentano il più delle volte abito bipiramidale acuto, talora modificalo sulla cima da nitide faccettine di altre forme; più rari sono i cristalli tabulari o bipiramidali ottusi. 
Il colore varia dal giallo miele chiaro al blu zaffiro e anche al nero. 
Da traslucido a trasparente, ha lucentezza assai viva: gli indici di rifrazione sono elevatissimi e superiori a quelli del diamante.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Dato che si presenta sempre ben cristallizzato, l'aspetto dei cristalli di questa specie la rende praticamente inconfondibile.

ORIGINE - Minerale piuttosto raro e tipico delle Alpi, si presenta nelle litoclasi di rocce gneissitiche o scistose, con quarzo, titanite, adularia, ematite e altri minerali.

GIACIMENTI - Magnifici cristalli di anatasio si trovano in Ossola presso la Punta d'Arbola (Ofenhorn); qualche buon esemplare è stato osservato in Val Formazza, a Beura presso Domodossola, nelle cave di gneiss, associato a brookite, e anche al Miage (Monte Bianco) e alla Piatta Grande presso Sondalo in Valtellina.

USI - A volte utilizzato per I'estrazione del titanio




.ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI

Nessun commento: