sabato 13 febbraio 2016

IDROMAGNESITE (Hydromagnesite) - Carbonati



IDROMAGNESITE
Mg5(CO3)4(OH)2*4H2O

SISTEMA: Monoclino
DUREZZA:  2,5
DENSITÀ: 2,2
SFALDATURA: Perfetta
FRATTURA: Irregolare
COLORE: Incolore, allocromatica
COLORE DELLA POLVERE: Incolore o bianco
LUCENTEZZA: Da vitrea a sericea


ORIGINE -  L'idromagnesite è un minerale, appartenente al gruppo omonimo, un carbonato di magnesio diffuso nelle fessure delle rocce serpentinose e nelle dolomie. Ha cristalli piccoli e sottili, che raramente si presentano distinti.

GIACIMENTI - L'idromagnesite si trova soprattutto nelle fessure di rocce serpentinose, dove è spesso associata ad aragonite, artinite e ad altri carbonati di magnesio. In questo tipo di giacitura è molto frequente in numerose località del Piemonte e della Valle d'Aosta (Colle Fubina, presso Viù; Monte Fobè, Emarese; Punta Jolanda, Gressoney-la-Trinitè). In Lombardia è presente, in provincia di Sondrio, nella Val Malenco (zone di Campo Frascia e di Rocca del Castellaccio); in Liguria si trova al Monte Ramazzo, presso Borzoli (Genova). Un'altra giacitura è costituita dalle dolomie metamorfosate per contatto, dove l'idromagnesite si forma per alterazione della brucite: così si trova in Valle Rossa, presso Cene, nel Bergamasco; in Trentino, nelle cave di Pilcante, presso Ala e Canzoccoli, vicino a Predazzo. Nel Vicentino era un tempo comune nelle ex-cave di marmo "grigio perla" della Val d'Astico, vicino ad Arsiero, e, in piccoli geodi tappezzati da cristalli ben formati, nella contrada Pinerolo di Torrebelvicino, presso Schio. Tra le località estere vanno certamente ricordate le miniere di cromite di Dovez (nel distretto di Minab) e di Abdasht (nel distretto di Esfandaque), in Iran, dove nel 1965 e nel 1971 furono rinvenuti eccezionali gruppi di cristalli di lunghezza compresa tra i 3 e i 10 cm, che costituiscono a tutt'oggi i migliori esemplari di idromagnesite finora scoperti.

In natura è molto raro questo minerale ma si può trovare nelle serpentine alpine (Kraubath, Austria; Val Malenco, Valle d'Aosta) ed extraalpine (Moravia, Serbia, California, Nevada, Cuba); nei blocchi dolomitici del Monte Somma (Campania) e nei tufi di Ariccia (Roma); nell'aureola di contatto metamorfico di Predazzo (Trento).

USI - Gli utilizzi sono limitati, l'idromagnesite viene infatti considerata, solo ed esclusivamente, come un minerale di interesse scientifico e collezionistico.




ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z


BOTRIOGENO (Botryogen) - Solfati


BOTRIOGENO
MgFe(SO4)2OH*7H2O

SISTEMA: Monoclino
DUREZZA:  2,5
DENSITÀ: 2,1
SFALDATURA: Perfetta
COLORE: Rosso-arancione scuro
COLORE DELLA POLVERE: Arancio
LUCENTEZZA: Vitrea


Si presenta in masse botrioidali, in aggregati globulari a struttura raggiata e in cristalli prismatici brevi o allungati, di color rosso-arancione scuro.

ORIGINE - È un minerale secondario abbastanza diffuso e si forma nei giacimenti di pirite soprattutto nelle regioni aride, dove è associato con amarantite, calcantite, copiapite, coquimbite.

GIACIMENTI - Lo si trova a Chuquicamata e Quetena nel Cile, a Falun in Svezia, a Knoxville in California, a Madeni-Zakli nell'lran, a San Juan in Argentina.




ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z